Sfruz

Sindacati: 500 trentini a Roma per manifestazione nazionale

"Al di là dell'ottimismo del nostro premier Conte, la situazione del Paese è preoccupante. Serve una cura decisa, che passa necessariamente per investimenti in sviluppo e conoscenza, serie politiche industriali. Solo così si può sostenere la crescita e creare lavoro". Lo hanno ribadito i segretari trentini di Cgil, Cisl e Uil, Franco Ianeselli, Lorenzo Pomini e Walter Alotti, a Roma con 500 trentini per la manifestazione nazionale dei sindacati. "Non è certo con misure assistenzialistiche - hanno aggiunto - come il reddito di cittadinanza, almeno per come è costruito, che si risolve il problema dell'occupazione e, purtroppo, neanche quello della povertà". I sindacati hanno chiesto anche un cambio di rotta su fisco e pensioni. La politica fiscale, sostengono, "è iniqua e rinuncia contrastare in maniera efficace l'evasione". Sulle pensioni quota 100, "è un provvedimento una tantum che dà risposte solo a una fascia di gente, per tre anni, senza affrontare una vera riforma previdenziale" hanno ribadito. (ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie